Il FRANCOTIRATORE

spari sull'indifferenza

Il silenzio che pesa come un macigno.

Quando stamane sono iniziate ad arrivare le prime nostizie frammentarie non sapevamo cosa aspettarci. Sono passate ore, i trepidante attesa di informazioni che arrivavano a singhiozzo: San Cristóbal, Ocosingo, Palenque, Las Margaritas…. migliaia di basi d’appoggio del EZLN, marciavano ordinati e silenziosi in diversi municipi, nemmeno un disordine e gli occhi del mondo intero puntati addosso.

Stiamo ancora aspettando l’evolversi della situazione, a San Cristóbal almeno 10 mila zapatisti hanno improvvisato un palco davanti alla cattedrale e sono saliti tutti indistintamente e ordinatamente sul palco, nessun dirigente, nessun individualitá… nemmeno una parola. Un ora in cui tutti sono saliti alzando il pugno al cielo su uno scenario modesto e unico al tempo stesso…

Annunci

Archiviato in:Senza Categoria, , , , , ,

Zapata vive cabrones!!

San Cristóbal é differente da come, romanticamente, la immaginavo. La contraddizione dietro ogni angolo, pupazzetti e magliette di Marcos, ristoranti che espongono le icone dello Zapatismo riempiendo le tasche dei soliti ignoti, ma nemmeno troppo, ricchi. Per strada tanti indigeni, Tzozil, Tzeltal, che camminano fra la moltitudine di turisti fricchettoni, senza nemmeno essere notati. Cercano di vendere qualche prodotto, loro la gente “digna”, e finiscono per fare da elemento scenico alle vacanze dei turisti, spagnoli, italiani, olandesi e francesi… fortunatamente pochi gringos. Non riesco a farne una colpa a nessuno, molte di queste persone ha bisogno di mangiare, non ha un lavoro, spesso neanche una terra da coltivare. Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:Dal Sud del Mondo, , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: